Il primo battello di Babbo Natale

Il battello di Babbo Natale sarà l’Alpino, messo a disposizione dalla Navigazione: 32 metri da illuminare all’esterno (anche la facciata che darà verso la sponda lombarda) e allestire di magia all’interno. Dai primi di dicembre al 23 rimarrà ancorato al molo del vecchio imbarcadero di Intra sostituendo il maxi calendario dell’Avvento di Pallanza che ha animato il Natale dei bambini negli ultimi anni.

Gli organizzatori dell’evento, promosso sia in Piemonte che in Lombardia, si occuperanno di informare al meglio i turisti e numerosi saranno i cartelli che verranno posizionati lungo due percorsi stabiliti che attraverseranno Corso Garibaldi, Via San Fabiano, Piazzetta Fasana e via San Vittore. Entrambi i tragitti avranno come meta il vecchio Imbarcadero, dove un breve percorso a tema anticiperà l’imbarco a gruppi sul battello.

Il progetto

L’intenzione è aprire il battello le mattine per le scuole e nei pomeriggi e fine settimana a tutti. Gli organizzatori vogliono sfruttare il lago in inverno, idea che ha trovato l’appoggio della Navigazione nel periodo in cui i battelli sono fermi.

All’interno dell’imbarcazione guide specializzate accompagneranno i visitatori alla scoperta del battello. Lo stupore sarà protagonista di questo viaggio magico e la compagnia degli elfi mostrerà agli ospiti la zona multimediale, la stanza di Babbo Natale e la Sala del Trono di Babbo Natale.
Nella stanza multimediale verrà raccontata una vecchia leggenda: nel ‘400 Babbo Natale arrivava a distribuire doni «dall’acqua», attraverso cioè la «Via del marmo» che partiva dai Navigli di Milano, risaliva il Ticino e da lì arrivava ai paesi del lago.
Non potrà mancare la consegna da parte dei piccoli della letterina a Babbo Natale e solo i bambini che verranno ritenuti “bravi” potranno avere l’onore di portare sulla propria cartolina il timbro personalizzato. Sarà possibile scattare tante foto tra gli elfi e la slitta di Babbo Natale, in ricordo di una giornata sicuramente magica.

Condividi sui Social!    Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterEmail to someone